Un aereo che partorisce un altro (vecchio) aereo

 

Originali immagini arrivano dall’aeroporto tedesco di Friederichshafen dove l’aereo An-124-100  della Volga-Dnepr Airlines ha ‘partorito’ un Boeing 737-200 che ha un alto valore simbolico per la Germania. Si tratta infatti di un aeromobili che nel 1977 , quando operava per Lufthansa sulla rotta fra palma di maiorca e Francoforte, venne dirottato da un gruppo di terroristi a Roma, a Cipro, in Bahrain, a Dubai e ad Aden prima di raggiungere la sua destinazione finale a Mogadishu, in Somalia. Lì avvenne un blitz delle forze speciali tedesche che riuscirono a mettere in salvo gli 86 ostaggi a bordo anche se purtroppo perse la vita uno dei piloti (Jurgen Schumann).

Qualche anno più tardi l’aereo venne ceduto ed entrò nuovamente in servizio per il vettore aereo brasiliano Taf Linhas prima di andare in pensione nel 2008 per poi venire abbandonato nell’aeroporto di Fortaleza.

Il Ministero degli esteri tedesco ha recentemente deciso di acquistarlo perché, come detto, rappresentava un simbolo per la libertà degli uomini che non può essere sconfitta né dalla paura né dal terrorismo e per questo è stato riportato in patria. Un aereo di Volga-Dnepr ha trasportato dal brasile la fusoliera e le ali mentre un altro aereo della stessa compagnia ha imbarcato i motori e altri componenti.

Il Boeing  737-200 verrà conservato nel museo Dornier della città di Friederichshafen.