Primi nove mesi 2018: traffico merci stabile negli aeroporti italiani

La cargo city di Roma Fiumicino

Secondo le ultime statistiche appena pubblicate da Assaeroporti la movimentazione delle merci negli aeroporti italiani risulta pressoché stabile (-0,1%) nel periodo gennaio – settembre di quest’anno in rapporto allo stesso periodo del 2017, seppur con alcuni dovuti distinguo. 

Considerando gli scali più importanti in termini di volumi di traffico cargo, crescono quelli romani (Fiumicino +13,8% e Ciampino +7,8%), così come Napoli (+5,2%) e Venezia (+10,1%). Nove mesi in flessione invece per Malpensa (-3%), Linate (-7,5%), Brescia (-31,9%), Bologna (-7,6%) e Torino (-10,5%).  

In valore assoluto Milano Malpensa rimane al vertice degli scali italiani con 425.866 tonnellate di merce atterrata e decollata nei primi nove mesi dell’anno, seguita da Fiumicino (154.965 tonnellate), Bergamo (92.049), Venezia (50.664), Bologna (38.804), Ciampino (13.281), Linate (9.379), Napoli (8.594) e Pisa (8.187). Brescia, grazie a Poste Italiane, rimane lo scalo leader a livello nazionale per le spedizioni postali che valgono 12.110 tonnellate in nove mesi. 

Leggi tutte le statistiche sul sito di Assaeroporti