Top 1.000 logistica italiana: al vertice uno spedizioniere

Nell’ampio mondo della logistica, delle spedizioni e del trasporto merci in Italia il primo della classe in termini di ricavi è diventato il gruppo toscano Savino Del Bene che, fatturato alla mano, ha superato sia il colosso tedesco Dhl che Brt Corriere Espresso.

Lo certifica la consueta classifica dei primi mille operatori di servizi logistici in Italia (edizione 2019) appena pubblicata da Il Giornale della Logistica e basata sui risultati finanziari del 2017.
Il fatturato aggregato di queste mille società è di oltre 36,6 miliardi di euro e l’utile ammonta a 864 milioni. Che il settore sia in crescita lo conferma la soglia dei 50 milioni di fatturato che in questa edizione è stata raggiunta da 135 operatori (un anno prima erano 121), mentre le imprese che fatturano meno di 10 milioni di euro sono 517. La fotografia dei bilanci dice inoltre che le società in perdita sono 140, in netto calo rispetto all’esercizio precedente.
Come detto la classifica torna a essere guidata da un gruppo italiano, Savino Del Bene, che ha fatto registrare entrate per 1,48 miliardi di euro e un utile di 33,1 milioni, mentre al secondo posto è scesa la tedesca Dhl che nel nostro paese fattura 1,42 miliardi con un risultato netto positivo di 28,1 milioni. In terza e quarta posizione figurano altre due aziende nostrane: Brt Coprriere Espresso, con 1,37 miliardi di fatturato e un utile di 28,6, e l’altoatesina Fercam, con rispettivamente 754 milioni e 7,8 milioni. United Parcel Service Italia (Ups) completa la Top five con entrate complessive per 713 milioni e un risultato positivo di 13,8.
Dalla quinta alla decima posizione figurano le seguenti società: Arcese Trasporti (666 milioni di fatturato e 18,6 di profitto), Dsv (662 e 17,2 milioni), Schenker Italiana (631 e 7,6 milioni), Kuehne Nagel (622 e 12,2 milioni) e Bcube (602 e 14,6 milioni).
Dall’undicesima alla ventesima posizione in classifica ci sono poi Sda Express Courier (532 milioni di fatturato), Havi Logistics (481 milioni), Gls Italy (472 milioni), Jas (464 milioni), Geodis (403 milioni), Transmec (397 milioni), Ceva Logistics Italia (385 milioni), Contship Italia (342 milioni), Italsempione (322 milioni) e S.D.M. Società distributrice merci (296 milioni).

Consulta la ‘Classifica dei 1.000’ sul sito de Il Giornale della Logistica

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY