Sotto sequestro 5 aerei An-124 di Volga Dnepr

Un tribunale di Kiev ha ordinato il sequestro di 5 aerei An-124 operati da Volga Dnepr – compagnia russa specializzata nel trasporto di carichi extra-large – perché l’attività di manutenzione svolta su di essi non sarebbe stata conforme alla legge.

A sollevare il caso è stata Antonov, la casa produttrice degli aerei, come noto di nazionalità ucraina, che accusa Volga Dnepr di aver svolto questa attività da sé e tramite la controllata Amtes, di base a Leipzig/Halle, anziché affidandosi al suo centro MRO, l’unico a suo dire autorizzato a svolgerla.

Secondo lo studio legale Ilyashev & Partners, che rappresenta Antonov, l’eventuale rimessa in attività degli aerei costituirebbe ora una violazione della convenzione Icao (Convention on International Civil Aviation and Airworthiness Guidelines).

Stando a quel che riportano diversi siti specializzati, nessuno dei cinque aeromobili si troverebbe tuttavia al momento in territorio ucraino (secondo CH Aviation gli scali in cui sono stati avvistati l’ultima volta i mezzi sarebbero quelli di Ulyanovsk Vostochn, dove Volga Dnepr ha sede, Leipzig/Halle, Tunisi, Abu Dhabi International e Malpensa, mentre Loadstar, che pure a provato a localizzare gli aerei, non ne colloca nessuno nello scalo milanese).

Spetterà comunque alle autorità dei paesi coinvolti decidere se procedere con il fermo disposto da Kiev, che non sarebbe vincolante. Lo stop forzato agli An-124 ricorda in parte quello che era stato deciso lo scorso anno dalle autorità giapponesi ai danni di Nippon Cargo Airlines, che era  stata costretta a lasciare a terra tutti i suoi aerei dedicati al trasporto merci a seguito di un’ispezione che aveva portato rilevato delle irregolarità nella manutenzione dei mezzi.
Il caso di Volga Dnepr e Antonov ha però ovviamente una rilevanza anche geopolitica, oltre che puramente tecnica: le due parti oggi contrapposte erano state partner fino al 2016 nella joint venture Ruslan International, poi terminata a seguito del conflitto scoppiato tra i paesi d’appartenenza delle due società.

Leggi di più su Loadstar e su CH Aviation

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY