SEA raccomanda l’app “Malpensa Smart City delle Merci”

== COMUNICAZIONE AZIENDALE ==

IATA ha promosso un importante momento di confronto tra gli operatori del settore, volto a far il punto sulle ultime tendenze e sviluppi nell’ambito del processo di digitalizzazione del cargo aereo, tema che IATA sta portando avanti ormai da alcuni anni.

SEA, in qualità di padrona di casa, ha ospitato l’incontro presso il Milano Malpensa Center lo scorso 21 marzo.

Straordinaria la convergenza tra gli obiettivi di miglioramento di IATA a livello internazionale e le iniziative sviluppate da SEA, in collaborazione con una parte del Cluster aereo e con le proposte degli aeroporti e delle associazioni imprenditoriali del settore (fatte proprie dal mondo politico e da quello istituzionale nel “Position Paper” sul cargo aereo predisposto dal MIT nel 2017).

La completa digitalizzazione dei processi dell’air cargo, la velocizzazione delle attività “cross border” attraverso l’implementazione di processi “single window”, il coordinamento dei controlli che caratterizzano il “momento doganale” al fine di evitare duplicazioni, il pre-clearing delle spedizioni in volo, sono questi alcuni degli obiettivi chiave che si pone IATA nel breve termine per rendere maggiormente efficiente il trasporto aereo.

Questi obiettivi e le linee di sviluppo contenute nella vision di “IATA One Record” sono perfettamente coerenti con le iniziative ICT che da tempo SEA, ANAMA, Assohandler hanno sviluppato con il supporto di Regione Lombardia e che stanno tuttora portando avanti, anticipando le linee di tendenza.

Il progetto che l’associazione delle compagnie aeree svilupperà nei prossimi anni prevede la creazione di “An end-to-end digital logistics and transport supply chain” dove i dati verranno condivisi facilmente e in modo trasparente in un ecosistema digitale degli stakeholders del cargo, delle loro comunità e piattaforme dati.

L’ecosistema informatico “Malpensa Smart City delle Merci”, disponibile a titolo gratuito per tutti gli utilizzatori dell’area cargo di Malpensa, rappresenta una piattaforma ICT ormai consolidata e testata in grado di supportare i processi di comunicazione tra gli spedizionieri che inviano le proprie merci a Malpensa e gli handler che operano all’interno dell’aeroporto.

Visti i risultati molto positivi, se ne auspica una maggiore diffusione. Gli operatori che utilizzano il sistema sono molto soddisfatti, anche grazie agli investimenti effettuati dagli handler per migliorare i servizi connessi alla piattaforma (inserimento dato AWB e accettazione borderaux). Lo dimostrano il numero di lettere di documenti con il sistema (19.800 AWB, 6% del totale; 47.300 HAWB e 6.650 borderaux).

“Al fine di arricchire un sistema concepito per essere “aperto” a successive evoluzioni e integrazioni per rendere la smart city ancor più attrattiva – afferma Giovanni Costantini, Cargo Manager di SEA – in collaborazione con ANAMA e con gli handler merci, stiamo completando lo sviluppo di una “app”, utilizzabile mediante dispositivo mobili (tipicamente smart phone) per tracciare i vari step del processo di accettazione e scarico dei mezzi che si recano alla Cargo City per consegnare merci in partenza”.

“Malpensa Smart Truck”, questo il nome della nuova applicazione che da maggio consentirà, attraverso la registrazione delle principali fasi del processo (ingresso alla Cargo City, accettazione documenti presso l’handler, accettazione in magazzino, inizio scarico camion, fine scarico camion ed uscita dalla Cargo City), di disporre di dati attendibili e utili all’individuazione di aree di miglioramento per un’attività ritenuta molto critica dagli utilizzatori della Cargo City. Si tratta di un passo ulteriore verso un approccio digitale dei processi, sviluppato da SEA con la collaborazione di stakeholder del settore, digitalizzazione che ormai da alcuni anni rappresenta il punto di riferimento per l’intera Cargo Community che lavora in aeroporto.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY