Sciopero handling aeroportuale: Uiltrasporti promette mobilitazione finché non si risolverà la vertenza

“Da mesi siamo in mobilitazione per la tutela dei lavoratori di terra del trasporto aereo impiegati nell’handling, nelle pulizie a bordo e nel settore cargo. Si è giunti al paradosso che nonostante i dati del traffico negli aeroporti italiani siano in crescita, le aziende associate ad Assohandlers si ostinano a non riconoscere gli accordi economici sottoscritti nel Ccnl a questi lavoratori, che rappresentano la fascia più debole del settore. Tale comportamento imprenditoriale è inaccettabile per un Paese democratico ed economicamente avanzato come l’Italia”. È il commento del Segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, in occasione del terzo sciopero nazionale dei lavoratori di terra del trasporto aereo, che si svolge oggi 8 maggio dalle ore 10 alle 18.

“Mentre i loro introiti crescono al crescere dei numeri movimentati negli aeroporti italiani, le aziende di Assohandlers pensano di ritagliarsi ulteriori profitti, sottraendo illegittimamente a ciascuno dei propri dipendenti una parte di salario, che invece avrebbe dovuto essergli corrisposta dal 1° luglio 2017” prosegue Tarlazzi, che conclude: “Questo è contrario ad ogni regola e al rispetto di corrette relazioni industriali. La Uiltrasporti è vicina a questi lavoratori e ne sosterrà la vertenza finché non si giungerà ad una positiva soluzione”.