Ripartono i voli United da Napoli e Venezia verso gli Stati Uniti

A partire dal mese di maggio torneranno in pista altri due voli operati da United Airlines tra l’Italia e gli Stati Uniti.

Il primo collegamento, ha fatto sapere la compagnia rappresentata in Italia dal Gsa Air Logistics, sarà il Napoli – New York (Newark), che ripartirà da inizio maggio con un volo giornaliero effettuato con un Boeing 767/300ER, mezzo in grado di trasportare un carico di massimo 10 tonnellate. Il servizio sarà operato fino al 29 ottobre. Solo pochi giorni dopo, ovvero il 6 maggio, farà ritorno anche il volo Venezia – Newark, pure operato con sette frequenze a settimana, in questo caso da un Boeing 767-400ER.

I due servizi andranno a incrementare in modo significativo l’offerta di capacità belly verso gli Usa, favorendo quindi l’export di prodotti made in Italy in direzione del mercato nordamericano.

Un compito, questo, a cui il vettore statunitense non si era comunque sottratto nemmeno nei mesi più difficili della pandemia, quelli della primavera del 2020. “United Airlines ha reagito in tempo record nonostante sia una compagnia solo pax. Nessuno è stato come loro” commenta ora Quarticelli, ricordando come già nel mese di aprile di due anni fa, dopo un primo stop, Ua avesse trasformato in ‘cargo-only’ i suoi voli dall’Europa garantendo servizi da Amsterdam, Francoforte e Londra verso svariati aeroporti Usa, per il trasporto di vaccini contro il Covid e non solo.
Dopo poco anche il ritorno dei collegamenti diretti dall’Italia. Primo a ripartire, già a maggio, era stato quello da Fiumicino verso Newark, seguito a ruota da quello da Malpensa.

 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY