Ripartono a maggio (+6,5%) le spedizioni aeree italiane

La cargo city di Roma Fiumicino

Dopo la battuta d’arresto degli ultimi due mesi, a maggio le spedizioni aeree sono tornate a crescere negli aeroporti italiani. Le rilevazioni di Assaeroporti e Aeroporti 2030 evidenziano per il mese un incremento dei volumi del 6,5% su quelli del 2021 (e dell’1,6% sul 2019), per un totale di 98.305 tonnellate di merce movimentata.
Nel dettaglio, Malpensa dopo il -3,7% registrato ad aprile inverte la tendenza e recupera un +1% (per 64.628,6 tonnellate) e Fiumicino continua a crescere (+51,5%, 13.105 tonnellate). Anche gli scali maggiori chiudono in positivo, cominciando con Venezia (+ 27%, 4.348,7 tonnellate), Brescia (+11,1%, 3.378 tonnellate) e chiudendo con Bologna (+6,2%, 4.372 tonnellate).

Guardando ai primi 5 mesi del 2022 nel loro insieme, dai dati delle due associazioni emerge come finora gli aeroporti italiani abbiano gestito 457.277,9 tonnellate di merce, il 6,2% in più rispetto al 2021 e il 3,7% in più rispetto al 2019. In particolare nonostante il calo di aprile, le prestazioni di Malpensa restano del 4,8% superiori a quelle dello stesso periodo del 2021 (311.148,2 tonnellate), mentre Fiumicino chiude i primi cinque mesi dell’anno con una progressione del 25,7% (48.410,4 tonnellate).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY