Rinviato il debutto della vietnamita Ipp Air Cargo

La compagnia vietnamita Ipp Air Cargo – che si apprestava a diventare il primo vettore aereo solo merci del paese – ha messo in pausa il suo previsto debutto in attesa di tempi migliori.

Secondo quanto riportato da Loadstar, dietro la decisione ci sarebbero le condizioni in via di deterioramento dei mercati internazionali. Più precisamente, Ipp Air Cargo – che nei mesi passati aveva preso possesso del suo primo freighter e pianificava di esordire operativamente a settembre – avrebbe deciso di sospendere l’iter per l’ottenimento della licenza dopo avere osservato il calo dei noli, arrivati ormai “a livelli accettabili”.
Lo stop, al momento non annunciato in via ufficiale, sembra essere cosa di questi giorni, considerato che solo lo scorso 17 ottobre la Ceo del gruppo Ippg (Imex Pan Pacific Group, cui fa capo i progetto di Ipp Air Cargo) Le Hong Thuy Tien in un convegno pubblico riferiva come Ipp Air Cargo fosse in attesa del via libera del governo alle operazioni, spiegando inoltre come gli investitori stranieri diretti si fossero detti pronti a trasferire in Vietnam le loro attività produttive se solo avessero avuto a disposizione nel paese una flotta cargo attiva da varie località. Ad esempio, spiegava l’imprenditrice, una grande azienda di Hai Phong deve affrontare “costi significativi durante il trasporto di merci ad Hanoi per l’esportazione”. Se invece ci fossero compagnie in grado di collegare direttamente Hai Phong con altri paesi, “potrebbe risparmiare ogni anno 500mila dollari”. Le Hong Thuy Tien aveva citato anche il caso dell’esportazioni di granchi di Ca Mau, che devono essere trasferiti via camion a Ho Chi Minh City, evidenziando che se un servizio di trasporto aereo fosse disponibile già nel vicino aeroporto di Can Tho, questi potrebbero essere esportati velocemente verso la Cina.

Riguardo il calo della domanda (e dei noli) per spedizioni aeree dal paese, Loadstar riferisce che diverse compagnie, quali China Airlines, Korean Airlines, Eva Air e Qatar Airways, hanno iniziato a ridurre la capacità già da settembre, sia da Ho Chi Minh sia da Hanoi. Dal Vietnam secondo la testata si riscontra un calo delle esportazioni che ha toccato il 10-30% per l’elettronica, anche in considerazione delle scarse vendite di prodotti come i nuovi smartphone di Samsung e di Apple.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY