Rebaudo e la stiva sempre piena di SW Italia

Francesco Rebaudo, presidente e fondatore della compagnia aerea all-cargo Sw Italia, ha concesso una telegrafica intervista alla testata online Malpensa24 per dire che nel 2014 «scommettere su Malpensa è stata una scelta vincente» e per ‘rivelare’ che l’aereo da loro operato “è sempre pieno”. Nonostante la flessione dei traffici presso lo scalo varesotto e la congiuntura economica attualmente sfavorevole, il numero uno di Sw Italia ha detto: “Al momento noi non ne risentiamo”.

La flotta del vettore aereo fondato in partnership con Silk Way Airlines che ha base al Mxp Business Park è composta da un solo aereo Boeing 747 Freighter che ogni anno movimenta circa 50.550 tonnellate fra Malpensa e l’Asia, in particolare i collegamenti collegano scali come Baku e Hong Kong.

Rebaudo, che recentemente ha ricevuto negli uffici della sua azienda la visita di Carlo Calenda, promotore del movimento “Siamo europei” alleato col Partito Democratico alle prossime elezioni europee del 26 maggio, nell’intervista a Malpensa 24 ha affermato a proposito dei risultati Sw Italia: «Con orgoglio possiamo dire di avere sempre chiuso i bilanci in attivo. Essere piccoli ci ha permesso di guadagnare la fidelizzazione dei clienti, a loro offriamo il tailor made che i colossi del cargo non hanno la capacità di fare». In realtà, secondo Report Aziende, Sw Italia nel 2015 ha chiuso con un fatturato di 25,6 milioni di euro e una perdita di quasi 1,2 milioni, mentre nel 2016 i ricavi erano pari a 18,5 milioni e il risultato era stato positivo per 2,4 milioni.

Nel futuro della compagnia aerea all-cargo italiano sembrano esserci alleanze con vettori più grossi.

 

Leggi l’articolo di Malpensa24 dedicato a SW Italia