Rallenta il calo del cargo aereo in Italia

Sebbene sempre caratterizzato da un deciso segno meno, il traffico cargo degli aeroporti italiani nel mese di luglio non ha vissuto quel crollo che era stato registrato nei mesi precedenti.

Secondo Assaeroporti, nel complesso nel periodo in questione negli scali italiani sono state infatti movimentate merci per 102.206,4 tonnellate, ovvero il 2,5% in meno rispetto al luglio del 2018 (nel mese precedente il calo era stato del 7,4%).

Di queste, 97.531,8 sono riferibili al segmento del general cargo, che dunque subisce una flessione del 3,5% rispetto allo stesso mese del 2018 (a giugno era stata del -6,3%), mentre le restanti 4.674,6 tonnellate vanno a comporre la voce del traffico postale che – presumibilmente grazie all’e-commerce – vive dunque un vero e proprio boom, segnando un + 23,7% rispetto al luglio dello scorso anno.

Su questo fronte si conferma peraltro quanto osservato in giugno: buone sono state infatti le performance in particolare degli aeroporti di Fiumicino (+77,9, 714,7 tonnellate in valore assoluto) e Brescia (prima per volumi movimentati, ovvero 1.823 tonnellate, +30,2%), mentre Malpensa al terzo posto con 990 tonnellate registra invece un declino del 9,9%.

Guardando invece ai due aeroporti maggiori nel loro insieme, nel settimo mese dell’anno allo scalo varesotto sembra non essere andata troppo male. Forse giovandosi già anche dello stop di Linate (che come noto ha chiuso i battenti per lavori lo scorso 27 luglio), MXP ha gestito traffici per complessive 50.992 tonnellate di merci, dunque ‘solo’ lo 0,9% in meno rispetto allo stesso mese del 2018, mentre Fiumicino, con 18.599,8 tonnellate, risulta in calo di un più drastico -11,1%.

Allargando infine lo sguardo ai primi sette mesi del 2019, in questo periodo negli aeroporti italiani risultano essere state movimentate 637.064,65 tonnellate di merci. Un valore che rappresenta un decremento del 5,2% sullo stesso intervallo temporale del 2018, e dunque mostra un lieve recupero rispetto al -5,6% toccato alla fine del primo semestre dell’anno.

Leggi le statistiche di Assaeroporti

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY