Primo aereo cargo ‘di peso’ per l’Uzbekistan

La flotta aerea dedicata al trasporto merci dell’Uzbekistan ha fatto un salto di qualità (e di capacità) con l’ingresso di un Boeing 747F.
Il mezzo, con portellone a caricamento anteriore e stiva in grado di accogliere carichi di massimo 105 tonnellate, ha debuttato tra i mezzi del cargo carrier My Freighter, fondato nel 2019, presente con magazzini anche in dieci tra le più importanti città cinesi e con punti di raccolta in vari paesi europei, inclusa l’Italia.

Il jumbo jet, chiarisce la stessa compagnia, è un aereo di tipo wide-body, a quattro motori, con una autonomia di 10.600 km e posti per un equipaggio di 8 persone. La sua peculiarità, spiega My Freighter, è però proprio l’apertura ‘a naso’, che insieme alle altre tre permette di caricarlo completamente in 60-90 minuti. Intenzione del vettore a è di utilizzarlo sulle rotte dalla Cina dal Sud Est asiatico verso Europa e Stati Uniti, facendo base sullo scalo uzbeko di Tashkent.
Commentando l’arrivo del B747F, il direttore generale di My Freighter Abdulaziz Abdurakhmanov ha ricordato come tra gli obiettivi fissati al momento del lancio della compagnia ci fosse quello di creare una “sorta di Via della Seta aerea”, sfruttando proprio la posizione geografica dell’Uzbekistan. Ha aggiunto inoltre che tra i suoi piani c’è l’acquisto di 5 altri B747F.

Nata nel 2019, MyFreighter segnala di avere gestito finora spedizioni aeree per 64mila tonnellate di merce, passando dai 30 voli operati nell’anno del suo debutto agli attesi 410 del 2022.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY