Prima metà 2019: merci -6,3% e posta +9,2% negli aeroporti italiani

Il bilancio di metà anno degli aeroporti italiani sul fronte cargo si chiude con un calo generalizzato del 5,6%, dopo un giugno che da solo ha registrato una contrazione del 7,4% sullo stesso mese del 2018, in leggero peggioramento dunque rispetto alla performance di maggio. A crescere, e in maniera significativa (+9,2%), sono le performance della posta grazie in particolare all’e-commerce mentre il general cargo ha fatto registrare un -6,3% a livello nazionale.

Secondo i dati di Assaeroporti, che riunisce le società italiane di gestione aeroportuale, i primi due scali del paese, ovvero Malpensa e Fiumicino, sono arrivati alla fine del semestre con risultati analoghi, ovvero nell’ordine -6,7% (con 270.134,5 tonnellate movimentate) e -6,1% (91.503 tonnellate) rispettivamente. Simile anche la performance di Bologna, che archivia i primi sei mesi del 2019 con una diminuzione del 6,4% (24.890 tonnellate complessive), mentre Venezia riesce a contenere un po’ le perdite (-5,3%, 31.224,2 tonnellate) e lo stesso fa Bergamo (- 4%, 59.799). Complessivamente, nei primi sei mesi dell’anno il traffico cargo degli aeroporti italiani è stato pari a 534.868 tonnellate; il segmento delle merci ha totalizzato 509.690,4 tonnellate (-6,3%), mentre quello postale ha raggiunto le 25.177,6 tonnellate, con un incremento del 9,2% sui volumi del primo semestre 2018.

Guardando al solo al mese di giugno, come detto questo ha vissuto un calo complessivo del 7,4%, con volumi che si sono fermati a 93.956,1 tonnellate, delle quali 90.018,4 relative al segmento merci (-8%) e 3.937,7 in quello postale (+7,1%). Netto il calo registrato nel periodo da Fiumicino, che con sole 17.555,3 tonnellate decresce del 12%, così come da Bergamo (9.614, -11%) e da Venezia (5.596,3 tonnellate, -12,9%), mentre Malpensa, con 48.123 tonnellate, chiude un po’ meglio della media nazionale, fermandosi a quota -4%.

Cresce invece del 9,2% la posta (25.177,6 tonnellate in valore assoluto nei sei mesi) grazie al traino in particolare dell’ecommerce che non a caso tiene a galla scali aeroportuali come Brescia (hub di Poste Italiane e dove opera anche Dhl) e fa registrare un +26,3% a Fiumicino, mentre Malpensa accusa un -7,8% anche su questo mercato.

Guarda la tabella completa sul sito di Assaeroporti

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY