Poste Italiane rivede al rialzo il suo contratto con GdA Handling a Brescia

Il boom dell’e-commerce che dallo scorso anno sta coinvolgendo anche l’aeroporto di Brescia (già lanciatissimo in questo genere di traffici) ha reso necessaria la firma di un nuovo contratto tra Poste Italiane e la Gabriele d’Annunzio Handling SpA (operatore che agisce come fornitore unico dei servizi di handling nello scalo) per la gestione dei traffici di prodotti postali, dopo quello già siglato lo scorso anno.

In sostanza, spiega ad AIR CARGO ITALY Massimo Roccasecca, responsabile cargo dello scalo, i volumi così elevati già raggiunti in questo intervallo di tempo a Montichiari da queste movimentazioni avevano praticamente già ‘esaurito’ le risorse del precedente accordo (del valore di 5,94 milioni di euro), che in teoria avrebbe dovuto avere durata triennale.

Una situazione che come detto ha reso necessaria la firma di un nuovo accordo dall’importo (e quindi dalle previsioni di volumi sottostanti) praticamente raddoppiato rispetto al precedente. Il nuovo contratto, in partenza il prossimo 1 agosto, prevede infatti un corrispettivo di 12,9 milioni di euro, a fronte comunque di una durata sempre triennale.

Come già riportato, l’aeroporto di Brescia ha chiuso il 2020 con movimentazioni pari a 39.234 tonnellate (+27,8 % sul 2019), con una crescita in particolare del segmento postale del 36,9 % (per 30.045 tonnellate). Nei primi 5 mesi dell’anno lo scalo ha gestito traffici per 16.119 tonnellate (+23% sul 2020), con una lieve contrazione tra i prodotti postali (-2,5%, per complessive 10.242 tonnellate).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY