Poste Air Cargo incrementa i voli e apre un nuovo hub a Brescia

L’e-commerce sta vivendo anche in Italia una fase di crescita record, che con ogni probabilità porterà alle stelle anche la peak season delle spedizioni aeree.

A dare ulteriore conferma a questa previsione sono ora alcuni numeri svelati da Poste Italiane a MF-MilanoFinanza. Secondo quanto dichiarato dall’ad Matteo del Fante, nei primi 9 mesi dell’anno la società ha recapitato 140 milioni di pacchi, ovvero il 34,3% in più rispetto allo stesso periodo del 2019, in particolare con 97 milioni di consegne per clienti privati (+51,9%), mentre i ricavi sono stati pari a 764 milioni di euro (+27,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente). Nei soli tre giorni del Black Friday Poste ha gestito un milione e 800 mila pacchi.

Per gestire ora l’atteso picco natalizio la società ha fatto sapere di avere incrementato del 40% fino al prossimo 8 gennaio i voli del suo vettore Poste Air Cargo, che ha il suo hub nello scalo di Montichiari, da tempo alle prese con una ascesa che pare inarrestabile.

In particolare i voli settimanali sono passati da 53 a 75 con un’operatività di 7 giorni su 7, raddoppiando il numero di frequenze feriali da Brescia verso Bari, Lamezia Terme, Palermo e Cagliari mentre nuovi collegamenti sono ora attivi nel week-end da Montichiari verso Sardegna, Sicilia, Calabria e Puglia.

L’incremento di capacità di gestione di spedizioni e-commerce da parte di Poste si avrà però anche grazie all’inaugurazione, avvenuta sabato scorso (12 dicembre, ndr),di un nuovo centro di smistamento a Brescia, situato nei pressi dello scalo ferroviario della città ma considerato strategico proprio per via della vicinanza all’aeroporto di Montichiari. La struttura, che ha richiesto un investimento di circa 8 milioni di euro e che impiega oggi 200 persone, si estende su una superficie totale di quasi 3 mila metri quadrati e al piano terra presenta un sistema di sorting in grado di movimentare fino a 70.000 pacchi al giorno.

Tornando al boom dell’e-commerce atteso in vista delle festività natalizie, un interessante rimando è offerto anche dagli analisti di Sendcloud, piattaforma olandese che offre servizi alle imprese del commercio elettronico, ad esempio consentendo loro di ampliare la gamma di corrieri a cui si affidano.

In un report elaborato già dopo la prima ondata dell’emergenza Covid, la società ipotizzava per quest’anno il picco stagionale più alto mai registrato, pari a un +21% rispetto alla norma. Previsioni che settimana dopo settimana sta però aggiornando al rialzo dato che i volumi stanno superando le aspettative già rosee indicate nel documento. Per fare un esempio, per la settimana numero 44 Sendcloud stimava un andamento pari al 102% (considerata la media settimanale pari al 100%), ma le spedizioni si sono poi attestate al 119%. Il trend sta proseguendo con accelerate sempre più marcate, tanto che nei giorni del Cyber Monday i volumi spediti sono stati pari al 203% della media (contro il 163% atteso).
Diversi i fattori che stanno spingendo verso l’alto i volumi, spiega Federico D’Agostino, marketing manager per l’Italia di Sendcloud. Tra questi certamente “l’accresciuta dimestichezza degli utenti con il mondo e-commerce, l’aumentata efficienza dei merchant online”, ma anche “la cannibalizzazione da parte di Black Friday e Cyber Monday del Natale”, ovvero la tendenza del consumatore ad acquistare i regali già durante queste occasioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY