Per le spedizioni merci Cina – Italia in arrivo una nuova opzione ferroviaria

Nei giorni in cui sta lentamente riprendendo le attività il terminal container Meidong di Ningbo e si è invece fermata l’area cargo dell’aeroporto di Shanghai – Pudong (entrambi gli stop sono dovuti alla presenza di casi di Covid-19 tra gli addetti), per i trasporti tra Cina e Italia spunta una nuova alternativa ferroviaria.

Transcontainer, operatore intermodale russo parte del gruppo Delo, ha infatti annunciato l’avvio, da settembre, di un treno container regolare operato in collaborazione con Rail Cargo Austria tra Qingdao e Milano via Austria, con un transit time di 23 giorni. Una prima partenza del servizio ha peraltro già avuto luogo e ha riguardato l’invio di 50 container, carichi di beni di consumo, spediti lo scorso 25 luglio.
Come evidenziato da Transcontainer, la rotta prevede il passaggio delle frontiere a Zamyn-Uud, Naushki, Krasnoe-Osipovka e Brest-Malaszewicze, dove poi i contenitori sono ricaricati su vagoni con scartamento europeo e quindi traportati in Italia e Austria (con uno stop a Linz, destinazione verso la quale il transit time è di 22 giorni) passando per la Polonia e la Repubblica Ceca. Nell’ambito del servizio, TransContainer si occpua di fornire container lungo l’intero percorso e materiale rotabile per i passaggi di scartamento.

“Ci aspettiamo che tali spedizioni diventino regolari a partire da settembre e consideriamo anche la possibilità di organizzare lo stesso servizio tramite Zabaikalsk (località russa nei pressi del confine con la Cina”, ha osservato Vladimir Khlutkov, direttore dello sviluppo commerciale dell’area Asia-Pacifico dell’azienda russa.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY