Patuanelli: “Abbiamo capito quanto è importante il cargo per Alitalia”

I desiderata di Anama (e non solo) parrebbe siano stati ascoltati.

Nel question time che si è svolto oggi al Senato il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, ha infatti affermato che, relativamente al piano industriale della newco,  “c’è una riflessione in corso sul potenziamento della flotta cargo perché quel settore abbiamo capito quanto importante sia”.

L’ex compagnia di bandiera punterà inoltre sul “lungo raggio” e dovrà essere in grado di volare “immediatamente non appena le fasce di mercato si apriranno, andando a conquistare mercati che oggi erano in sofferenza”. Patuanelli ha poi aggiunto: “Non c’è un ridimensionamento dell’azienda” e anzi “la flotta dovrà essere pronta a reperire sul mercato nuovi aeromobili visto che questo momento può essere favorevole per gli investimenti”.

Nei giorni scorsi Anama, che riunisce gli spedizionieri aerei, si era rivolta direttamente a vari dicasteri – oltre a quello allo Sviluppo Economico anche al Ministero dell’Economia e quello alle Infrastrutture e dei Trasporti – con una lettera in cui chiedeva loro di “valorizzare la funzione di vettore di trasporto merci” della compagnia. “Come spedizionieri aerei che gestiscono quotidianamente l’import-export del Paese – aveva dichiarato il presidente dell’associazione Alessandro Albertini –  crediamo che sia necessario che questa funzione venga esplicitata a partire dall’attuale fase costitutiva, dedicando ampio spazio al trasporto merci nello Statuto e nell’oggetto sociale della nuova Alitalia. La crisi in atto mostra ancor di più l’importanza di avere un sistema di trasporto merci via aerea attivo, efficiente e a servizio del Paese”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY