Malpensa taglia il nastro dell’hub di Dhl Express Italy (FOTO)

Nazzarena Franco e Alberto Nobis, rispettivamente Ceo di Dhl Express Italy e Dhl Express Europe, insieme ad Armando Brunini, Ad di Sea Aeroporti di Milano, e al presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana hanno inaugurato ufficialmente venerdì (5 marzo 2021, ndr) il nuovo hub logistico della società nella Cargo City dell’aeroporto di Malpensa.

La struttura – che come aveva svelato AIR CARGO ITALY ha avviato le sue attività già dallo scorso settembre – è “il fiore all’occhiello della nostra strategia di rafforzamento in Italia, per la quale abbiamo in corso un ambizioso piano di investimenti di oltre 350 milioni di euro con l’obiettivo di essere il partner delle imprese che producono ed esportano le eccellenze italiane nel mondo” ha ricordato Franco, spiegando come con il nuovo hub Dhl Express Italy voglia “contribuire alla crescita dell’export italiano”, e in particolare allo sviluppo di filiere forti in Lombardia come quelle legate ai settori IT, tessile, moda, aeronautico e automotive.
Realizzato grazie a un investimento di 110 milioni di euro, il nuovo centro logistico di Malpensa ‘vale’ un terzo degli investimenti in Italia dell’azienda e rappresenta il quarto hub a livello europeo dopo quelli di Lipsia, East Midlands in UK e Bruxelles.

“La nuova dual facility integra sotto lo stesso tetto tutti i processi di Dhl Express, un hub e un gateway che gestiscono il servizio aereo ed un Service Center per il servizio di pick up & delivery” spiega una nota dell’azienda, che svela inoltre come ad oggi siano 900 gli addetti (tra diretti e indiretti) impiegati nella struttura, un numero che nei periodi di picco potrà crescere di un ulteriore 10%.

Di seguito in sintesi le caratteristiche dell’hub secondo l’azienda.

La nuova struttura è in grado di garantire il flusso delle merci da e per l’Italia attraverso gli aeroporti nazionali di Ancona, Pisa, Napoli, da e per l’Europa con transito su Lipsia, Bruxelles, Parigi, Barcellona, Vitoria, Londra, East Midlands, Colonia, Zagabria, Atene, Budapest e Salonicco, da e per fuori Europa su Bahrain e Seul.

Trentasette i voli al giorno, oltre 180 ogni settimana, operati con una flotta moderna tra cui gli Airbus 330 con una capacità di carico fino a 50 tonnellate (fino alla fine di maggio, a questa stiva si aggiungerà anche quella di quattro B767 di Condor, compagnia con cui Dhl ha raggiunto un accordo che coprirà anche i servizi operati sullo scalo varesino).  Fino ad oggi sono stati oltre 3.200 i voli di Dhl Express su Malpensa.

Dallo scorso 30 dicembre, la società gestisce inoltre dall’hub la consegna dei vaccini anti Covid19 e la loro distribuzione al sistema sanitario regionale e nazionale.

La dotazione tecnica include un sorter si snoda per 4 chilometri con la capacità di gestire oltre 38.000 pezzi all’ora in entrata e in uscita, distribuendoli ad una velocità di 2,7 metri al secondo per i pacchi e 1,85 metri al secondo per le buste, sulle 150 porte di attracco dei mezzi di cui è dotato l’impianto, che si estende su una superficie complessiva di 55mila metri quadri. Nell’hub sono gestiti tutti i settori industriali serviti da Dhl Express, dal manifatturiero al lusso, dall’e-commerce all’automotive, al chimico, all’aeronautico.

Per la progettazione, Dhl si è avvalsa della consulenza di specialisti come Progetto Cmr, Fives Group e Johnson Controls Italy, Itinera, Rapiscan e Saco. La struttura è stata ideata al fine di ottenere la Certificazione Leed, inoltre nel magazzino è stato implementato un Building Management System (Bms) per il monitoraggio in tempo reale dei consumi di ogni comparto tecnologico ed il rilevamento dei guasti. Altre caratteristiche tecniche degne di nota sono la presenza di attrezzature quali l’autoblock (per il blocco dei camion durante le fasi di carico/scarico), le pedane idrauliche, (in grado di adattarsi all’altezza dei mezzi), respingenti anti-schiacciamento, illuminazione per i cassoni dei mezzi pesanti.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY