Licenza sospesa e flotta azzerata per Alis Cargo

AlisCargo, la compagnia aerea italiana solo merci che aveva avviato le operazioni nell’estate del 2021, ha restituito nei giorni scorsi ad Alitalia in Amministrazione Straordinaria l’ultimo aereo della sua flotta e contestualmente deciso con Enac di sospendere le proprie licenze a operare.

Lo riferisce la testata specializzata ItaliaVola, la quale precisa anche che il mezzo riconsegnato è un Boeing 777-243ER che era operato in versione preighter.
Il temporaneo stop alle attività della compagnia che fa capo all’imprenditore Alcide Leali viene spiegato con il fatto che i voli operati da Alis Cargo, appunto su aerei passeggeri adattati al trasporto merci anche in cabina, siano ormai fuori mercato. Nati per far fronte alle difficoltà logistiche sorte con la pandemia e per offrire capacità di trasporto aerea a un settore che era stato improvvisamente privato di quella belly a causa dello stop ai voli passeggeri, i voli preighter, con sedili rimossi o meno, erano stati autorizzati nel 2020 dalla European Union Aviation Safety Agency. Il via libera, che comunque era disposto caso per caso e con durata temporanea, è stato definitivamente revocato dalla stessa agenzia lo scorso luglio.

Il fatto quindi che i mezzi, da quella data, potessero essere utilizzati solo con riempimento in stiva, unitamente al contestuale ritorno nei cieli di molti aerei passeggeri, ha reso questa modalità, di cui Alis cargo si avvaleva, sempre meno conveniente, portando la compagnia quindi alla decisione di rimettere nelle mani di Alitalia l’ultimo mezzo così utilizzato.

Al momento la sorte di Alis Cargo non sembra però ancora segnata. A far pensare che la compagnia preveda, o almeno sogni, un futuro ritorno in pista c’è anche un avviso per la ricerca di personale – in particolare per un primo ufficiale da destinare a un B767 – avviata dal vettore solo poche settimane fa.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY