L’Enac stoppa da dicembre i voli di Mahan Air 

Altolà dell’Enac a Mahan Air. Con una breve nota, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha infatti precisato che i programmi presentati pochi giorni fa dalla compagnia iraniana per la stagione invernale (la cosidetta Iata Winter, che scadrà il 28 marzo 2020), tra i quali era incluso anche il raddoppio del volo Roma – Tehran (da settimanale a bisettimanale) a partire dal 28 ottobre, sono in realtà autorizzati solo fino al prossimo 15 dicembre.
Questo, spiega l’ente, “al fine della riprotezione dei passeggeri che hanno acquistato i titoli di viaggio venduti nei mesi scorsi dalla compagnia”.

In effetti l’annuncio del vettore persiano di volere incrementare la sua operatività dallo scalo romano aveva lasciato perplessi molti osservatori, sia considerate le dichiarazioni del Dipartimento di Stato Usa, che aveva chiesto “a tutti i Paesi di negare a Mahan Air un ambiente permissivo sul piano operativo, che essa usa in violazione delle norme sull’aviazione civile, per facilitare le attività maligne del regime iraniano” sia, ancora più nel concreto, viste le dirette pressioni del Segretario di Stato USA Mike Pompeo al governo del nostro paese.
Durante la sua visita in Italia a inizio ottobre, Pompeo aveva infatti chiesto espressamente a Luigi Di Maio di “rimuovere la licenza aerea della compagnia iraniana Mahan Air“, ricevendo in risposta dall’esponente Cinque Stelle delle rassicurazioni che lo avevano portato ad affermare, un po’ prematuramente: “Le nazioni europee hanno iniziato a riconoscere il fatto che l’Iran è l’aggressore e non la parte lesa, e questo fatto è confermato dalla decisione italiana di non rinnovare l’accesso di Mahan Air all’Italia, e di questo siamo molto grati”.

Come ricostruito dal sito Formiche.net, Mahan Air “è sottoposta dal 2011 a un pacchetto di sanzioni del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti“ essendo accusata dal governo americano “di aver fornito a più riprese supporto alla Forza Quds, unità di forza speciale del Corpo delle guardie islamiche rivoluzionarie (Irgc), un’organizzazione militare alle dipendenze del governo iraniano che dallo scorso 15 aprile è stata inserita dal Dipartimento di Stato Usa nella lista delle Organizzazioni terroristiche straniere (Fto)”.

Leggi di più sul sito di ENAC e su Formiche.net

ISCRIVITI ALLA