In Usa interesse per i progetti cargo di Grottaglie

“La piattaforma cargo di nuova generazione all’aeroporto di Grottaglie piace agli americani e agli operatori internazionali e contribuisce a esaltare l’immagine della Puglia come eccellenza aerospaziale, mentre crescono le opportunità di nuove collaborazioni per le imprese della delegazione pugliese”.

A dirlo è stata la Regione Puglia al termine della missione imprenditoriale a Transport Logistic Americas appena conclusa a Miami.

“La partecipazione a Transport Logistic Americas – ha sottolineato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile – ci ha offerto la possibilità di farci conoscere come un’eccellenza di settore e di accrescere relazioni commerciali e collaborazioni con i principali player a livello globale. La presentazione della piattaforma cargo di nuova generazione all’aeroporto di Taranto – Grottaglie voluta dalla Regione e realizzata da Aeroporti di Puglia, ha suscitato grande interesse da parte del pubblico internazionale di questa manifestazione, che riguarda sia il trasporto aereo di merci che la logistica dei trasporti. Non c’era vetrina migliore per il lancio internazionale del cargo hub di Grottaglie”.

“Aver valorizzato l’eccellenza della logistica pugliese a Miami – ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci – apre le porte ad un ventaglio di opportunità per le piattaforme logistiche della Puglia come quella di Grottaglie, per le imprese del settore, ma anche per tutto il sistema produttivo pugliese perché la logistica è il motore del commercio, soprattutto se internazionale”.

Alcuni mesi fa proprio presso la Regione Puglia era stato presentato il progetto per realizzare nell’aeroporto di Grottaglie un polo logistico specializzato in particolare nelle esportazioni di ortofrutta. Giovanni Costantini, già cargo manager di Sea (per Malpensa), è fra i consulenti coinvolti in questa iniziativa.

Invocato da tempo dalle associazioni di produttori dell’area, il progetto di un centro logistico nell’aeroporto Marcello Arlotta aveva iniziato a prendere corpo già nel 2021 grazie all’interesse di Gesfa (Gestioni Ferroviarie ed Aeroportuali) Srl e alla collaborazione di Aeroporti di Puglia, che gestisce lo scalo.

L’iniziativa prevede un investimento di 1,4 milioni di euro da parte della stessa Gesfa (a fronte di una concessione della durata di 15 anni), necessario per il recupero edilizio di una struttura in disuso, un ex inceneritore che si trova all’interno del sedime aeroportuale in area air side, per l’aumento della superficie coperta che raggiungerà i 3.200 metri quadrati e la realizzazione di strutture di immagazzinaggio per i prodotti deperibili (incluse celle frigorifero). I lavori inizieranno a metà giugno e dureranno fino a febbraio 2023, mentre l’entrata in operatività è prevista per l’aprile del 2023.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY

Dal 2023 un nuovo polo logistico all’aeroporto di Grottaglie