In crescita le spedizioni dall’Europa di Aero Africa

Alcuni Stati africani stanno tornando a voler instaurare rapporti più stretti con il Vecchio Continente e questo sta avendo un effetto positivo anche sul volume delle spedizioni aeree tra le due aree.

La riflessione è di Juergen Anwander, tra i fondatori di Aero Africa, operatore logistico fondato nel 2018 e specializzato nelle attività di trasporti verso il continente africano. In un’intervista a CargoForwarder, il manager ha parlato dell’esperienza della società, che effettua diversi servizi, dal consolidamento di carichi a consegne dell’ultimo miglio, offrendo anche soluzioni per settori ‘delicati’ come quelli pharma e oil&gas e per il recupero di parti di ricambio per il settore navale e aeronautico.

La tratta Far East (inclusa la Cina) – Africa, ha spiegato Anwander, conta ancora oggi per l’80% del business di Aero Africa, ma la quota europea sta ora aumentando con particolare riferimento agli invii di beni industriali di qualità elevata. Questa tendenza sarebbe l’effetto sia di una richiesta crescente nel continente per merce di miglior fattura, ma appunto anche del ritorno, da parte di diversi paesi africani, a buone relazioni, sia politiche che economiche, con l’Europa.

In generale secondo il manager il paese più attivo dell’area resta il Sudafrica, che però è stato duramente colpito, anche economicamente, dalla pandemia. In ascesa è il ruolo di Egitto, Marocco, Kenya e Ghana rispettivamente come punti di ingresso verso il nord, l’ovest e l’est del continente. In particolare Aero Africa, che ha uffici a Nairobi e Johannesburg, osserva che queste due capitali stanno vivendo una crescita delle spedizioni aeree con Europa, Nord e Sud America, che si stanno affiancando a quelle dalla Cina.

Leggi l’intervista completa su CargoForwarder

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY