Il vettore cargo SW Italia interessato ad Alitalia

Mentre si susseguono i rumors sull’interesse manifestato per il dossier Alitalia da compagnie di trasporto aereo attive principalmente nel trasporto passeggeri (ultima tra queste, secondo MF-MIlanoFinanza, la colombiana Avianca) e anche di possibili partner non industriali, è passata quasi inosservata la notizia, riferita alcuni giorni fa da Il Messaggero, che ad avere presentato una proposta per la compagnia italiana ci sarebbe anche SW Italia.

Secondo quanto riferito dalla testata romana, l’amministratore delegato di FS Gianfranco Battisti avrebbe infatti dichiarato che: “Il 24 maggio è arrivata la manifestazione di interesse di SW Italia, società operante nel settore del full cargo, dichiarando la propria intenzione di negoziare una partnership con riferimento allo sviluppo del settore full cargo nell’ambito del progetto della nuova Alitalia”.

La notizia, non meglio dettagliata, ha trovato conferma indiretta su diverse testate specializzate nel settore legale, le quali riferiscono che la compagnia guidata da Francesco Rebaudo abbia incaricato Daniele Iorio, partner dello studio Cdra (Comandé Di Nola Restuccia Avvocati) di assisterla nell’acquisizione delle attività aziendali facenti capo ad Alitalia e Alitalia Cityliner.
Fondata nel 2015 e di base a Malpensa, SW Italia è frutto di una partnership con Silk Way Airlines. La sua flotta ad oggi conta un solo mezzo, un Boeing 747 Freighter che ogni anno movimenta circa 50.550 tonnellate fra Malpensa e l’Asia, in particolare con Baku e Hong Kong.

Leggi di più su Il Messaggero e su Top Legal

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY