Il load factor del trasporto aereo merci ai minimi da 7 anni

Si allarga sempre di più il divario tra lo stato di salute del settore del trasporto aereo di passeggeri e di quello delle merci. La considerazione emerge dall’ultimo IATA Airlines Financial Monitor, che analizza il sesto e il settimo mese dell’anno: secondo il report i due segmenti ‘fratelli’ nel mese di giugno hanno visto infatti divergere in modo estremamente marcato le proprie performance, con il primo che ha raggiunto un load factor (destagionalizzato) dell’82,9%, dunque vicino al suo primato storico, mentre relativamente al segmento cargo lo stesso parametro si è fermato a un valore pari al 45,8%, ovvero 3,5 punti percentuali in meno rispetto all’anno precedente. Questo valore rappresenta un nuovo minimo rispetto al trend analizzatio da Iata dal 2012 a oggi.
Nello stesso mese, come già comunicato dalla stessa IATA, è peraltro continuato il calo dei volumi di merce trasportata (misurata in FTK), che risulta così in declino per l’ottavo mese consecutivo. Da notare però che, considerando invece i dati destagionalizzati, rileva ora la stessa associazione giugno è il primo mese a registrare una diminuzione dei volumi dopo una crescita consecutiva di tre mesi. Un calo che sarebbe dovuto all’effetto combinato della guerra dei dazi tra USA e Cina e della modesta crescita economica globale.

Quanto alle speranze degli operatori, anche queste ormai sembrano vivere un declino difficile da arrestare. In particolare, secondo la Business Confidence Survey di IATA, citata nel report, da aprile risulta raddoppiata la quantità di operatori che non crede in una ripresa ma anzi dice di aspettarsi per il prossimo futuro un ulteriore declino dei traffici.

Leggi di più sul report di IATA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY