Il cargo di Emirates in Italia passa a Cargo Plus

Come preannunciato nelle scorse settimane dai sindacati dei lavoratori, il ramo d’azienda relativo al business cargo della compagnia aerea Emirates è stato ceduto a un’altra azienda italiana.

Si tratta, secondo quanto appreso da AIR CARGO ITALY, della Cargo Plus Srl, società costituita di recente e controllata al 100% dalla società tedesca Cargo Plus Gmbh. Emirates per il futuro ha quindi deciso di affidare a questo Gsa esterno, Cargo Plus appunto, il lavoro di backoffice per la vendita e le prenotazioni dell’offerta di stiva messa a disposizione dalla compagnia emiratina in Italia. Fino ad oggi il modello di Emirates prevedeva il controllo diretto dell’attività di booking e assistenza clienti, un servizio molto apprezzato dal mercato dei caricatori e spedizionieri che l’hanno premiata in diverse edizioni dei Quality Award organizzati dall’associazione di categoria Anama. Inoltre, secondo quanto risulta ad AIR CARGO ITALY, il personale presente in aeroporto curava l’intero processo di assistenza operativa svolgendo ad esempio pratiche du controlli dgr, animali vivi, oltre all’assistenza di rampa, ovvero di  supervisione del carico e al rapporto con l’equipaggio.
Nei giorni scorsi ai dipendenti della compagnia addetti al cargo nel nostro paese sono arrivate le lettere che imponevano la scelta di trasferirsi nella nuova società Cargo Plus perché l’unica alternativa sarebbe il licenziamento ‘consensuale’ (dunque senza possibilità di cassa integrazione guadagni). Per questi dipendenti si tratta di un cambio d’impiego penalizzante in termini economici.