I vaccini stanno già ‘rubando’ stiva alle altre spedizioni

Gli spedizionieri aerei lo avevano già previsto: l’arrivo dei vaccini anti-Covid19 farà decollare il costo delle ‘altre’ spedizioni, dato che la distribuzione del preparato richiederà grandi spazi nelle stive degli aeromobili in un periodo in cui la capacità disponibile a livello globale è già molto contratta per via del fermo a cui sono costretti molti voli passeggeri.

Diversi operatori hanno dichiarato a Loadstar di essere già stati ‘respinti’ e che le loro prenotazioni di spazio su alcuni voli sono state cancellate.  Tra le compagnie che hanno iniziato il trasporto del preparato si contano ad oggi United, cha ha avviato le spedizioni del preparato di Pfizer, così come AirBridgeCargo, Turkish Airlines ed Ethiopian Airlines, che si stanno dedicando ai vaccini ‘cinesi’.

A lanciare ora l’allarme sugli effetti della contrazione di capacità di stiva sono alcuni dei più importanti produttori a livello mondiale di Pc e notebook. SI tratta di prodotti (e relative componenti) che in parte già normalmente vengono trasportati per via aerea (soprattutto nel caso di merce di fascia premium). La pandemia, oltre a innalzare le vendite dei pc per uso domestico, ha anche incrementato la quota di beni venduti direttamente (e non nei negozi). Tanto che per la società di analisi di mercato Canalys, la ‘fetta’ di pc e notebook che viaggia per via aerea è passata dal 20 al 30%.

Dell, per voce del suo vicepresidente e Coo Jeff Clarke, ha spiegato che il costo dei computer dell’azienda crescerà nel quarto trimestre 2020 (che considerato l’anno fiscale, terminerà nel febbraio 2021) e in particolare verso la fine di quest’anno per via della competizione con i vaccini per lo spazio nelle stive. Lo stesso ha affermato il Cfo di Hp Marie Myers, per la quale però questi extra costi tenderanno a calare nel primo trimestre del 2021. Da notare che però secondo il Ceo Enrique Lores in realtà il boom dei prezzi si deve non tanto alla scarsità di capacità disponibile, ma anche al forte aumento della domanda per questi beni, che nel quarto trimestre 202 ha avuto il suo record di sempre.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY