I lavoratori di Emirates hanno scioperato una seconda volta

FEI World Equestrian Games™ Tryon 2018

Venerdì scorso (29 ottobre) è andato in scena il nuovo sciopero dei dipendenti di Emirates – dopo quello dello scorso luglio – organizzato da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo per protestare contro gli esuberi annunciati dalla compagnia. Ad astenersi dal lavoro è stato il personale di terra di Emirates e quello di Cargo Plus (controllata della tedesca Cargo Plus Gmbh che ha rilevato il ramo d’azienda dedicato al business cargo della compagnia).

Come confermato dalle organizzazioni dei lavoratori anche in questa nuova occasione, il piano del vettore di Dubai è di procedere in Italia con una sessantina di licenziamenti (venti di questi, secondo quanto riporta Il Giorno, a Malpensa), pari a circa la metà della forza totale complessiva. Tra i punti contestati c’è inoltre l’applicazione, ai dipendenti passati a CargoPlus, del contratto nazionale del commercio anziché il ccnl del Trasporto Aereo, ritenuto peggiorativo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY