Fedespedi sceglie Silvia Moretto (D.B. Group) come nuovo presidente

Silvia Moretto

All’interno di Fedespedi, la Federazione nazionale delle imprese di spedizioni internazionali, è tornato il sereno e mercoledì 6 febbraio, all’assemblea per l’elezione del nuovo presidente, l’intera categoria supporterà in maniera coesa la candidatura di Silvia Moretto, amministratore delegato di D.B. Group. Lo rivelano fonti vicine a Confetra spiegando che di fatto è stata ritirata la candidatura concorrente di Ivana Cecconi (presidente di Apsaci – Associazione piemontese degli spedizionieri autotrasportatori corrieri) e quella di mediazione rappresentata dallo spedizioniere napoletano Domenico De Crescenzo.

Il nome di Silvia Moretto, avanzato da Confetra Nord Est, aveva sollevato alcuni malumori in particolare fra i colleghi liguri, piemontesi e toscani (storicamente più impegnati nel business delle spedizioni marittime) perché rappresentativo di Lombardia e Veneto e perché maggiormente rivolto al comparto aereo.

La candidatura di Silvia Moretto “vuole essere portatrice di una voce comune che con determinazione vuole avviare un programma di respiro nazionale che nasce dall’ascolto: delle singole istanze territoriali e di tutta l’economia del settore, non solo la blue” aveva precisato alcuni giorni fa Confetra Nord Est, sottolineando appunto che Fedespedi in futuro avrebbe dovuto tenere nella debita considerazione non solo il trasporto marittimo e i porti (la cosiddetta blue economy appunto) ma anche il cargo aereo. Una nicchia di mercato in cui, non a caso, D.B. Group (azienda trevigiana fondata dai fratelli Vittorino e Valter De Bortoli) è fra i primi player a livello nazionale.

Superati i malintesi creati da una candidatura non condivisa preventivamente da Lombardia e Veneto con Liguria, Piemonte e Toscana, la Federazione nazionale degli spedizionieri italiani torna dunque coesa ed dopo un decennio di presidenze genovesi (Piero Lazzeri per 6 anni e Roberto Alberti 3 anni) avrà nuovamente al vertice un presidente espressione del Nord-Est.

Nicola Capuzzo