Emirates riattiva il collegamento con Roma

A partire dal prossimo 15 luglio, Roma tornerà ad essere collegata con Dubai da Emirates. Lo ha annunciato la stessa compagnia, che però non ha precisato quale sarà la frequenza del servizio: dal suo sito web in ogni caso il volo risulta attivo due volte a settimana, con partenza ogni mercoledì e venerdì dallo scalo laziale.

Oltra al volo con Roma, negli ultimi giorni il vettore emiratino ha comunicato la riattivazione di diverse altre tratte: nel mese di luglio il suo network tornerà a comprendere collegamenti con Khartoum, Amman, Osaka, Narita, Atene, Larnaca, Il Cairo, Tunisi, Glasgow e Malè, per un totale di 52 servizi operativi.

Tra le novità annunciate da Emirates ce n’è anche una che riguarda l’utilizzo dei voli in modalità passenger freighter. Mentre l’impiego di mezzi ‘riadattati’ secondo alcuni osservatori è ormai in calo (Cathay Pacific ha dichiarato ad esempio che intende ridurre il numero di voli di questo tipo), la compagnia nei giorni scorsi ha annunciato invece di star riconvertendo a questo scopo dieci Boeing 777-300ER.

Precisamente, Emirates sta facendo rimuovere i sedili della cabina Economy degli aerei (la Business e la First class non vengono toccate), con una modifica che permetterà di recuperare capacità di carico di 17 tonnellate (o 132 metri cubi), che andranno a sommarsi alle 40-50 della stiva. L’intervento è già stato condotto, a Dubai, su sette mezzi e verrà ultimato sui restanti tre entro la metà di luglio.

Il vettore ha chiarito che saranno in vigore limitazioni stringenti sul tipo di merce che potrà essere caricata a bordo. Saranno infatti autorizzati al viaggio in Economy general cargo come DPI e tessuti, prodotti farmaceutici che possono essere trasportati a una temperatura tra i 15 e i 25 gradi, prodotti deperibili come fiori e alcune selezionate categorie di frutta e ortaggi non odorosi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY