È online il nuovo inserto: “Il cargo negli aeroporti italiani”

INSERTO SPECIALE: “Il cargo negli aeroporti italiani” (FREE DOWNLOAD)

A pochi mesi di distanza dal primo inserto (Un anno di AIR CARGO ITALY – 2017), la nostra testata pubblica un nuovo approfondimento dedicato questa volta agli aeroporti italiani maggiormente attivi nel cargo. Nel 2017 l’Italia ha fatto segnare il record storico di movimentazioni con un totale di oltre 1,1 milioni di tonnellate di prodotti atterrati o decollati dagli scali italiani (+9,2% rispetto all’esercizio precedente). Un anno che molti addetti ai lavori hanno definito “irripetibile” ma che invece le statistiche di Assaeroporti sui primi sei mesi del 2018 (+0,5% a livello nazionale) sembrano suggerire possa essere quantomeno replicato nonostante alcune difficoltà.

Il cargo aereo in Italia sta vivendo un’importante fase espansiva, trainato anche (ma non solo) dall’e-commerce, e ne sono prova gli ambiziosi piani di sviluppo che diverse società di gestione aeroportuale e imprese private (in particolare i courier) stanno portando avanti. Si parla di nuove strutture dedicate alla movimentazione merci per complessivi 157 milioni di euro nel corso dei prossimi quattro anni. Milano Malpensa, Roma Fiumicino e Bergamo Orio al Serio sono i tre scali dove si investirà di più.

AIR CARGO ITALY ha voluto dunque offrire per la prima volta una panoramica aggiornata sul mondo del cargo negli aeroporti italiani, con interviste ai protagonisti delle società di gestione per capire quanto e come le merci decollano dai nostri scali nazionali, quali siano le eccellenze o perché spesso preferiscano o debbano necessariamente transitare attraverso altri aeroporti europei.

Buona lettura!

Nicola Capuzzo

INSERTO SPECIALE: “Il cargo negli aeroporti italiani” (FREE DOWNLOAD)