Dsv completa l’acquisizione di Agility e guarda a Db Schenker

Dsv è interessata a un confronto con Db Schenker nel caso in cui questa fosse messa in vendita. Lo ha dichiarato il Cfo del gruppo danese, Jens Lund, alla testata connazionale ShippingWatch, proprio nel giorno in cui è arrivata a compimento la sua acquisizione del business logistico di Agility.

Da tempo si parla di una possibile cessione del redditizio business di Db Schenker da parte della casa madre, le ferrovie tedesche Deutsche Bahn. Nei mesi scorsi l’ipotesi di un’operazione che coinvolgesse proprio Dsv non era stata confermata dalla stessa Dsv, che aveva bollato i rumour come “pura speculazione”. Una posizione ora rivista forse alla luce dell’approssimarsi delle elezioni politiche in Germania, che alcune fonti avevano indicato come scadenza da superare il concretizzarsi di una cessione del business logistico di Db, del valore stimato tra gli 8 e i 10 miliardi. Altri interessati potrebbero tuttavia farsi avanti oltre al gruppo danese, che pure è nel pieno di una fase espansiva portata avanti tramite acquisizioni.

Come accennato sopra, proprio ieri si è concretizzata l’annunciata acquisizione del 100% di Global Integrated Logistics di Agility da parte della stessa Dsv, con una transazione che attribuisce come enterprise value un valore di 4,775 miliardi di dollari (e un equity value di 4,675 miliardi).

L’accordo farà sì che al termine Agility l’8% delle azioni di Dsv, una quoat che la renderà il secondo azionista del gruppo, garantendole anche un posto nel Consiglio d’Amministrazione.

Alla conclusione dell’operazione – traguardo rispetto al quale mancano ancora i via libera di “un numero limitato” di authority nazionali, “non determinanti” rispetto all’impatto complessivo secondo le due controparti – Dsv avrà un fatturato combinato di 26 miliardi di dollari e uno staff di 75mila addetti.

“Aggiungendo la rete e le competenze di Gil alla nostra, miglioriamo la nostra competitività in tutte e tre le divisioni: Air & Sea, Road e Solutions” ha commentato l’amministratore delegato Jens Bjørn Andersen. Le due organizzazioni verranno fuse paese per paese, “il che significa – ha aggiunto una nota di Dsv – che per clienti e dipendenti in molti paesi nel prossimo periodo non ci saranno cambiamenti, fino all’avvio del processo specifico”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY