Domanda e noli in calo nella prima metà di ottobre

Volumi e noli delle spedizioni aeree globali si sono stabilizzate nella prima metà di ottobre, dopo aver però vissuto alcune settimane di calo.

Lo evidenzia l’ultima analisi di WorldAcd, che allo stesso tempo sottolinea come al momento dal mercato non ci siano segnali che lascino immaginare l’arrivo di una significativa peak season in corrispondenza del quarto trimestre dell’anno. Più nel dettaglio, la società ha spiegato di avere rilevato un calo del 5% dei noli e dell’8% nella domanda (a fronte di una capacità solo dell’1% inferiore) nelle settimane 40 e 41 dell’anno (dal 3 al 16 ottobre) rispetto alle due precedenti, mentre appunto il confronto tra le due mostra una sostanziale stabilità di entrambi i parametri.

La flessione della domanda si è avvertita soprattutto per le spedizioni con origine nell’Asia Pacifico (-13%), nel Medio Oriente e Asia meridionale (-11%) e in misura leggermente minore per quelle con partenza da Europa (-6%) e Nord America (-4%). Guardando più nel dettaglio alle singole tratte, il confronto ‘due settimane su due settimane’, evidenzia WorldAcd, mostra cali marcati per invii di merce dal Medio Oriente e Asia Pacifico verso l’Europa (-14%), dall’Europa all’Asia Pacifico (-11%) e all’America centro-meridionale (-10%) e dal Nord America all’Europa (-8%).
Passando a un confronto con il 2021, la domanda (in peso tassabile) delle settimane 40 e 41, rispetto all’analogo periodo dello scorso anno, risulta secondo la società di analisi inferiore del 16% (a fronte di un incremento della capacità del 6%), ma addirittura del 26% se si guarda alle sole spedizioni con origine nell’area dell’Asia Pacifico. I noli, rispetto alle settimane 40 e 41 del 2021, sono invece più bassi del 17%, con una media di 3,37 dollari per kg.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY