Di Martino illustra il rinnovo green della flotta Lufthansa Cargo

Antonio di Martino

San Donato Milanese (Milano) – La compagnia aerea tedesca Lufthansa è in procinto di completare il proprio programma di rinnovamento della flotta di aerei cargo. Come e quando lo ha spiegato Antonio Di Martino, responsabile vendite e handling per il vettore tedesco nel nord-ovest d’Italia, al convegno organizzato a San Donato Milanese da Animp, l’Associazione nazionale dell’impiantistica industriale.

“L’obiettivo di Lufthansa entro fine 2020 è quello di ridurre del 25% l’emissioni di Co2 e il raggiungimento di questo traguardo sarà possibile, per quanto riguarda il cargo, attraverso la progressiva e completa sostituzione della flotta di aerei MD-11F con più efficienti e performanti B777F” ha detto Di Martino, specificando che ulteriori due aerei sono stati appena acquistati e verranno consegnati l’anno prossimo. “L’approccio di Lufthansa al tema della sostenibilità ambientale del trasporto aereo poggia su quattro pilastri: questi sono un maggiore dialogo con clienti e fornitori, il miglioramento delle attività interne all’azienda, un’efficace comunicazione sia interna che esterna e un ricorso alle innovazioni promosse dalla scienza. Le otto azioni avviate nello specifico sono: green flying, green ground, environmental management system, innovazione, partnership, data transparency, pubbliche relazioni e filosofia green applicata al trasporto merci.

Di Martino durante la sua presentazione ha anche illustrato le statistiche dell’associazione tedesca dell’aviazione (BDL) che mostrano come i trasporti aerei da soli contribuiscano per un 2,69% al totale delle emissioni di anidride carbonica rispetto ad altri settori d’attività, mentre le altre modalità di trasporto pesano per un 24%, di cui quasi il 18% è attribuibile al trasporto stradale.

Fra i tanti modi che ha a disposizione il mondo del cargo aereo per migliorare la propria sostenibilità spicca la digitalizzazione dei processi operativi, uno su tutti la eAWB (lettera di vettura elettronica) su cui Lufthansa da tempo insiste con i caricatori affinché venga utilizzata in maniera diffusa risparmiando carta.

Fra le azioni intraprese da Lufthansa Cargo per ridurre il proprio impatto ambientale c’è anche l’impiego di container aerei leggeri, costruiti con materiali particolari che sostituiscono l’alluminio e riducono il peso di ogni contenitore di 13 kilogrammi. “Entro il 2020 l’obiettivo è di sostituire tutti i nostri container” ha aggiunto infine Di Martino, precisando che “a fine 2018 il processo di sostituzione era già completato al 75%”. Una volta portata a termine questa azione la compagnia tedesca contribuirà a risparmiare 2.160 tonnellate di carburante e 6.800 tonnellate di Co2 ogni anno.

Leggi l’annuncio di Lufthansa Cargo sull’acquisto di due B777F

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY