Dal Governo un sì alla ZES a Malpensa

Il governo ha accolto un ordine del giorno presentato da alcuni deputati della Lega della provincia di Varese riguardante il rilancio di Malpensa, nel quale si parla anche della istituzione di una Zona Economica Speciale nello scalo.

Lo riferiscono  diverse testate tra cui Malpensa24, che illustra il testo del documento presentato nel corso del dibattito sulla conversione in legge del Decreto Liquidità, e recante come prima firma quella di Matteo Bianchi, ex sindaco del comune di Morazzone,

Nell’OdG – atto con cui i parlamentari possono esprimere una direttiva politica all’esecutivo – si chiede al governo di “adottare tempestivamente ogni utile iniziativa” a “supporto del sistema aeroportuale lombardo” e a favore delle imprese collegate allo scalo varesotto, piegato dal calo dei traffici causato dall’epidemia di Covid-19.

Più in particolare Bianchi ha parlato nel suo intervento della necessità di istituire “una Zona Economica Speciale nell’area di Malpensa, soprattutto come importante stimolo per l’insediamento di attività produttive o logistiche che utilizzano il cargo aereo, nonché come strumento per incrementare di quote di traffico”.

Il tema della ZES era già stato sollevato alcune settimane fa in sede regionale da un esponente del Gruppo consiliare “Lombardia Ideale – Fontana Presidente”, promotore di una risoluzione che impegnava la giunta regionale anche a farsi portavoce verso il governo della richiesta di misure a sostegno dello scalo, tra cui appunto l’istituzione di una ZES.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY