Confetra al Governo: “Subito l’attivazione dello sportello unico dei controlli alla merce”

La Confederazione generale dei trasporti e della logistica (Confetra) è stufa di aspettare l’attivazione dello Sportello unico doganale e dei controlli alla merce e per questo è intervenuta pubblicamente per chiedere all’esecutivo guidato da Paolo Gentiloni e al Ministro dei trasporti Graziano Delrio di fare presto.

Lo Sportello unico, uno strumento normativo previsto dal decreto legislativo 169 del 2016 ma ad oggi ancora non attuato, altro non è che un organismo  “competente su tutti i controlli in import e in export delle varie amministrazioni (sanitari, fitopatologici, veterinari, ecc.) da svolgere contemporaneamente e nello stesso luogo con tempistiche precise: 1 ora per i controlli documentali, 5 ore per quelli fisici” ricorda Confetra.

La Confederazione generale italiana dei trasporti e della logistica ha sollecitato l’attivazione di questo strumento ricordando che “fino ad oggi tutto è ancora sulla carta”. Il presidente della confederazione, Nereo Marcucci, ha detto: “Oggi senza il nuovo Sportello Unico, soprattutto nei periodi in cui aumentano i flussi di merce soggetta a controlli plurimi, il mancato coordinamento dei controlli delle varie amministrazioni, unito alla loro carenza di organico, fa crollare i nostri standard di sistema paese rendendoci meno attrattivi”.