Cargo aereo: i volumi trasportati dai corrieri in crescita del 50% dal 2019

Bilancio di metà anno del settore cargo aereo per WorldAcd, che ha fatto il punto mettendo a confronto i valori relativi ai traffici registrati globalmente (in termini di peso tassabile) e ai ricavi delle compagnie.

Da questi il primo semestre del 2021 secondo la società di analisi si delinea prevedibilmente come in forte recupero sul 2020 (rispettivamente del 22% e del 47% per i due parametri), ma soprattutto in ritorno ai livelli pre-pandemia. Se i volumi movimentati sono stati pressoché identici (il confronto rimanda uno 0%), il fatturato dei vettori risulta invece aumentato del 79% rispetto a due anni fa. Relativamente al solo giugno, nel mese i traffici sono stati del 31% superiori a quelli del 2020 mentre i ricavi si sono assestati a un +37%.

Nel breve report, WorldAcd ha però fatto il punto sul settore anche sotto altri punti di vista.

Relativamente alle case di spedizione, la società ha riscontrato che i 20 operatori maggiori rispetto al 2019 hanno consolidato ulteriormente la loro posizione. Quelli europei in particolare nel primo semestre 2021 hanno sviluppato traffici superiori a quelli dello stesso periodo del 2020, ma non ancora come nel 2019. Diverso il discorso per le società di base nell’Asia pacifica che hanno visto crescere i volumi del 47% rispetto al 2020 e anche del 18% rispetto al 2019. Anche per i Gsa della stessa area WorldAcd ha registrato una crescita più marcata di quella media. Un’altra osservazione interessante riguarda infine i corrieri espresso, che negli scorsi due anni si sono significativamente sviluppati, portando le merci trasportate a crescere in peso tassabile del 50% rispetto al 2019 e del 35% rispetto al 2020.

Dando infine un primo sguardo all’andamento di agosto, WordlAcd evidenzia come nella settimana 32 (quella conclusasi a Ferragosto), si sia osservato un decino del 4% rispetto a quella precedente, a parità di stiva disponibile, con un calo più marcato in Europa (-7%) a fronte di un incremento dei traffici del 5% nei mercati del Medio Oriente e del Sud Est asiatico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY