Brunini (Sea): “Per il cargo di Malpensa puntiamo a uno sviluppo sostenibile”

Una crescita sostenibile nel cargo, improntata più all’offerta di incentivi che a interventi punitivi. E’ quella auspicata per l’aeroporto di Malpensa dall’amministratore delegato di Sea Armando Brunini in occasione dell’assemblea di Confindustria Varese che si è svolta all’interno dello scalo. Precisamente il numero uno dell’aeroporto milanese, commentando la crescita del 30%-40% vissuto dalla struttura negli ultimi mesi, ha detto: “Non dobbiamo bloccare questo sviluppo ma renderlo sostenibile” e ha quindi aggiunto “‘Vogliamo la sostenibilità e siamo pronti a investire ma speriamo che i policy maker locali, italiani ed europei lavorino più con la carota che con il bastone, con più incentivi e non con interventi punitivi”.
Parole che paiono riferibili alla situazione di impasse in cui si trova il piano per lo sviluppo dello scalo (Masterplan 2035) –  la cui procedura di Via risulta sospesa dallo scorso giugno su iniziativa dell’Enac per permettere a Sea di integrare la documentazione – e che paiono anche confermare la disponibilità della società a rivedere al ribasso, almeno in parte, la prevista espansione che il progetto dedica all’area dedicata alle merci.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY