Da Malpensa sono transitate merci per 42,9 miliardi di euro

L’aeroporto di Malpensa ha chiuso il 2021 con traffici pari a 743mila tonnellate di merce trasportata, il 45,1% in più che nel 2020.

Il dato ufficiale sui volumi dello scalo è fornito da Sea, società di gestione degli aeroporti milanesi, che nei giorni scorsi ha reso noti i principali elementi del progetto di bilancio relativo al passato esercizio.

Di particolare interesse sono i dati relativi all’impatto socio-economico delle movimentazioni gestite lo scorso anno, il quale è stato “rilevante per tutto il sistema produttivo del Nord-Italia” e generato principalmente dalle attività merci.

Import ed export, spiega la società, hanno portato a flussi del valore complessivo di 42,9 miliardi (6,4 in più rispetto al 2020 ma anche 0,7 in più rispetto al 2019), un importo pari a circa il 4,6% del commercio estero italiano.

La percentuale cresce se si guarda agli scambi extra-Ue: le esportazioni transitate dallo scalo sono state infatti pari al 10,5% in valore. Da Malpensa in particolare è ‘uscito’ il 14,2% dell’export del comparto mobili/arredamento, il 13,2% di quello moda/abbigliamento e il 6,8% di quello della meccanica.
Va infine rilevato, evidenzia infine Sea, come nel 2021 dalla Cargo City di Malpensa sia transitata quasi la metà e oltre un terzo in valore di tutte le esportazioni italiane del settore moda/abbigliamento destinate in particolare ai mercati di Far East e Nord America.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY