Anche Stoccarda e Sofia nell’inverno di Ita Airways

Tre (già preannunciate) destinazioni intercontinentali ma anche nuove mete e un potenziamento della frequenza dei collegamenti già nel network sono gli elementi che caratterizzeranno la stagione invernale 2022/2023.
Facendo il punto dalla fiera internazionale Ttg Experience che si è svolta a Rimini, la compagnia – ancora invischiata nel processo di privatizzazione – ha illustrato per voce della responsabile commerciale Emiliana Limosani le novità in programma.

Come accennato, le prime tre, già note, saranno l’avvio di relazioni tra Roma Fiumicino e i tre scali di  Tokyo Haneda, Nuova Delhi e Malé. Il primo collegamento sarà avviato dal 5 novembre con tre frequenze settimanali e vedrà impiegato l’Airbus A350, ‘ammiraglia’ di Ita. A seguire, il 3 dicembre, sarà il turno del volo con Nuova Delhi, che verrà operato con l’Airbus A330, pure con tre frequenze settimanali. Dal 17 dicembre, fino al 25 marzo 2023, il vettore metterà in relazione Fiumicino anche con Malè, nelle Maldive. Il servizio sarà effettuato “con Airbus A350 e/o A330, con un numero di frequenze settimanali variabile durante la stagione”, spiega, che varieranno dalle due alle cinque a settimana (in particolare nei giorni dal 2 all’8 gennaio). Queste tre destinazioni si aggiungeranno alle altre mete intercontinentali già raggiunte, da Fiumicino ovvero Boston, Miami, Los Angeles, San Paolo e Buenos Aires, e New York (quest’ultima connessa anche a Malpensa).

Il network internazionale del vettore si è intanto ampliato poi con l’aggiunta di Stoccarda e Sofia. La prima è già collegata a Milano Linate con 2 voli, per un totale di 12 frequenze settimanali. Sofia è invece raggiunta da Fiumicino con 3 frequenze settimanali.

Le connessioni estere si rafforzeranno anche ad aumenti di frequenza, che interesseranno il servizio Milano Linate – Francoforte (da 12 a 17 relazioni settimanali) e il Milano Linate – Parigi Charles de Gaulle (da 19 a 25). Incrementi si osserveranno anche sulla rete italiana, con il Roma – Reggio Calabria che passerà da da 7 a 14 frequenze settimanali, il Roma – Milano che salirà da 73 a 97 connessioni, il Milano- Bari (da 31 a 54 frequenze settimanali) e il Milano – Napoli (da 32 a 52 frequenze settimanali).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY