Home Legale Anche Piacenza vuole convertire il suo aeroporto al cargo

Anche Piacenza vuole convertire il suo aeroporto al cargo

In Emilia Romagna è partita la corsa ad attrarre traffici merci per riempire aeroporti finora sottoutilizzati. A pochi giorni di distanza dalla notizia che Parma dal 2019 ospiterà i voli di Etihad Cargo, anche le istituzioni locali piacentine sono scattate in piedi per proporre di portare traffici merci all’aeroporto di San Damiano e uno studio di fattibilità verrà all’uopo elaborato.

La proposta arriva dalla Camera di Commercio e dalla provincia di Piacenza, su impulso dei consiglieri regionali piacentini e dei sindaci del territorio, e proprio l’ente camerale si farà carico della progettazione dello studio di fattibilità per valutare la possibilità di uno scalo civile e, soprattutto, commerciale, nell’aeroporto che oggi è militare. 

Secondo quanto riporta Il Piacenza  il consigliere regionale Tommaso Foti ha affermato: “C’è un solo aeroporto che ha volumi di traffico notevoli e infrastrutture che giustificano la sua centralità all’interno della Regione (Bologna, ndr). Rimini ha poi una vocazione turistica, non trasporta merci ma è collegato con l’Est Europa per i turisti della riviera. Parma non è decollata: con 200mila passeggeri non sta in piedi senza soldi pubblici, e oggi si vuole darle una vocazione logistica. San Damiano per il cargo ha dei bacini su cui attingere più importanti e delle praterie aperte. E penso che Orio al Serio stia scoppiando per numero di passeggeri e cargo». 

Un altro consigliere regionale, Matteo Rancan, da parte sua ha aggiunto: “Piacenza è uno snodo fondamentale per la logistica e il collegamento tra varie regioni. Noi crediamo che con un aeroporto di un certo tipo si possa sviluppare nel territorio. Stiamo portando il tema sotto gli occhi di tutti i soggetti economici. La nostra pista è simile a quella di Orio al Serio, è un punto a nostro favore. Dobbiamo portare avanti questa battaglia in modo compatto”. La pensa così anche la collega Katia Tarasconi che ha detto: “Ben 17 anni fa partì sul nostro territorio la vocazione logistica. Oggi a Piacenza transita più merce di Bologna, Parma è molto indietro. Siamo strategici, merci e persone si muovono dove si sentono di andare. E le merci di Parma passano per Piacenza: ogni chilometro in più alza i costi di ogni operatore economico. E noi nel giro di 70 chilometri abbiamo un terzo del Pil italiano”.

L’aeroporto di Piacenza-S.Damiano è un aeroporto militare che dispone di una pista lunga 2.990 metri ed è situato nel comune di San Giorgio Piacentino in prossimità della frazione San Damiano, a circa 15 km a sud di Piacenza. 

Leggi l’articolo completo su Il Piacenza