Alitalia passerà completamente in mano pubblica

Una newco a controllo statale per assicurare il salvataggio di Alitalia. E’ quanto prevede il decreto “Cura Italia” che sancisce la costituzione di una newco interamente controllata dal Ministero dell’economia, ovvero controllata da una società a prevalente partecipazione pubblica anche indiretta, in considerazione della situazione determinata dall’emergenza coronavirus sulle attività di Alitalia – Società Aerea Italiana Spa e di Alitalia Cityliner spa, entrambe in amministrazione straordinaria.
Nonostante le tensioni nella maggioranza, dissidi che si sono dissolti solo ieri mattina, alla fine nel maxi decreto approvato dal Consiglio dei ministri è spuntata la norma che mette in sicurezza la compagnia di bandiera. Una norma che prevede anche una dotazione di 600 milioni per arrivare a fine anno e coprire il disavanzo.
L’esecutivo dà infatti per scontato che nessuna compagnia, proprio alla luce della terribile crisi del settore, possa farsi avanti con un’offerta nei prossimi giorni visto che, come noto, la scadenza fissata dal commissario straordinario Giuseppe Leogrande cadrebbe domani 18 marzo.
I tempi dovrebbero essere brevissimi in considerazione del fatto che l’ipotesi newco era stata già studiata proprio dallo staff del ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli e messa nero su bianco dai tecnici.

L’obiettivo è quello di salvaguardare gli oltre 11 mila posti di lavoro e garantire al Paese un asset strategico che, come dimostra la crisi attuale, non puo’ essere abbandonato.
Il Messaggero scrive che secondo fonti del Tesoro sarà Invitalia a controllare la newco che nascerà a brevissimo. Del resto, è probabile che nei prossimi 4 mesi sarà solo Alitalia, proprio come vettore pubblico, ad assicurare i collegamenti interni e internazionali. Ed è proprio per questo motivo che l’esecutivo si è mosso in fretta. ll rischio, visto il progressivo disimpegno delle altre compagnie commerciali, sarebbe stato quello di isolare il Paese.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY