Alis Cargo cerca il rilancio con due 767F

Alis Cargo continua a credere nella ripartenza, che vorrebbe avviare il prima possibile con un 767F e potenziare durate l’estate con l’arrivo di un altro mezzo dello stesso tipo.
Lo riferisce Loadstar, spiegando che a questo scopo il vettore che fa capo ad Alcide Leali sarebbe alla ricerca di risorse finanziarie, principalmente interloquendo con istituti bancari, per proseguire le attività e sostenere le spese correnti.
La compagnia italiana solo merci, entrata in attività nell’estate 2021 con l’impiego di aerei in modalità preighter – ha interrotto le operazioni nelle scorse settimane restituendo ad Alitalia in AS l’ultimo mezzo ancora in suo possesso e chiedendo ad Enac la sospensione delle relative licenze. Secondo quanto scrive ora la testata britannica, le due azioni sarebbero state disposte per tenere sotto controllo i costi operativi in attesa appunto del rilancio, considerato che ad oggi lo staff della società ancora conta “35 o 40 persone”, sebbene una parte di queste sia ora inattiva e con “salario ridotto” (presumibilmente in cassa integrazione). Una parte dei piloti avrebbe invece deciso di lasciare AlisCargo (da qui, forse, la ricerca di personale avviata dalla società poche settimane fa per primo ufficiale da destinare a un B767), per farvi ritorno, eventualmente, dopo l’ingresso in flotta dei nuovi mezzi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY