A Rimini si rivede un Antonov An-124

Sulla pista dell’aeroporto Federico Fellini di Rimini è tornato a fare capolino un Antonov An-124. Quello atterrato ieri nello scalo era in particolare un mezzo della compagnia Maximus Air Cargo di Abu Dhabi, arrivato per caricare due imbarcazioni prodotte dal cantiere navale Boschetti di Cesenatico con destinazione Samarcanda.
Spedizioniere e broker dell’operazione sono stati Gsc Logistics Srl di Milano e Air Charter Service Switzerland Sa, società che opera come fornitore globale di charter di aeromobili.

“Per noi è un grande onore ospitare presso il nostro scalo una leggenda dell’aviazione come l’Antonov e soprattutto grande motivo di orgoglio riuscire a realizzare in tempi record un’operazione cargo così complessa” ha commentato Leonardo Corbucci, amministratore delegato di AIRiminum 2014, società di gestione dello scalo, ringraziando responsabili e agli addetti organizzativi dell’aeroporto nonché Enac, Agenzie delle Dogane e Polizia di Frontiera “che in solo 24 ore sono riusciti ad espletare tutti i processi autorizzativi.’’

L’An-124, ricorda la società, è il modello di più grande aereo da carico del mondo, dopo la tragica distruzione in Ucraina del Antonov An-225 Mriya nel febbraio 2022. Dotato di due gru mobili, ciascuna con due paranchi in grado di sostenere un peso massimo di 20 tonnellate, può trasportare fino a 120 tonnellate. La sua caratteristica principale è la possibilità di
caricare e scaricare la stiva contemporaneamente grazie alla rampa di accesso posteriore e al muso. Dal punto di vista del volume, la sua capacità è di 1.000 m3, con carichi di massimo 36 m di lunghezza, 6,40 di larghezza e un’altezza massima di 4,40.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY