A Msc il 100% di Bolloré Africa Logistics

Il 2022 di Mediterranean Shipping Company (Msc) prosegue all’insegna dello shopping. Mentre proseguono le negoziazioni per rilevare il controllo della compagnia aerea Ita Airways, il colosso logistico fondato e presieduto da Gianluigi Aponte ha appena messo a segno l’acquisizione di tutte le attività in Africa del Gruppo Bolloré cedute dal finanziere bretone Vincent Bolloré.

Lo ha annunciato la stessa società transalpina con una nota dove si legge: “In seguito ai negoziati esclusivi annunciati il 20 dicembre 2021 e ai pareri favorevoli emessi da ciascuno degli organismi di rappresentanza dei dipendenti consultati, il Gruppo Bolloré ha firmato oggi l’accordo relativo alla vendita al gruppo Msc del 100% di Bolloré Africa Logistics che comprende tutte le attività di trasporto e logistica del Gruppo Bolloré in Africa, sulla base di un valore d’impresa, al netto degli interessi di minoranza, di 5,7 miliardi di euro”.

La vendita è ancora soggetta alle approvazioni delle varie autorità antitrust competenti e all’accordo di alcune controparti di Bolloré Africa Logistics ma si prevede venga portata formalmente a termine entro la fine del primo trimestre del 2023.

A proposito di questo affare lo scorso ottobre erano già emerse le prime indiscrezioni sul fatto che la banca d’affari Morgan Stanley stesse sondando l’interesse di potenziali acquirenti per le attività di Bolloré Africa Logistics, divisione storica e per lungo tempo considerata la più ricca all’interno del gruppo industriale francese: nel 2020 ha infatti registrato un fatturato di 2,1 miliardi di euro. Nel suo rapporto annuale il gruppo bretone presieduto da Cyrille Bolloré (il più giovane dei figli di Vincent) dichiara di essere presente in Africa con ben 20.800 collaboratori, nonché “in 42 porti come operatore di terminali portuali, agenti marittimi di linea e gestore di merci non containerizzate”. La società “gestisce 16 terminal container in Africa centrale e occidentale, 7 terminal ro-ro, tre concessioni ferroviarie, magazzini, inland terminal e altro”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI AIR CARGO ITALY